Stampa pagina
Sgravi fiscali
Le ultime leggi di stabilità hanno previsto che le imprese che, indipendentemente dalla forma giuridica, dalle dimensioni aziendali, dal settore economico in cui operano, nonché dal regime contabile adottato, effettuano investimenti in progetti di ricerca gestiti dall'università o da enti pubblici di ricerca, possono usufruire di agevolazioni fiscali nella forma del credito di imposta. 

Altri sgravi fiscali sono possibili per le aziende che assumono dottorandi con contratto di alto apprendistato. Per il 2017, la Legge di Bilancio ha introdotto un particolare regime agevolativo per l’apprendistato di alta formazione e ricerca. L'incentivo spetta, nello specifico, per le assunzioni fatte a partire dal 1° gennaio 2017 e fino al 31 dicembre 2018 con contratto a tempo indeterminato di giovani che hanno svolto, presso il medesimo datore di lavoro, periodi di apprendistato. 

Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi prevede che dal reddito complessivo si deducono, se non sono deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formarlo, le erogazioni liberali in denaro effettuate a favore di università e fondazioni universitarie. Inoltre prevede anche la deducibilità, per un ammontare complessivamente non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato, delle erogazioni liberali fatte a favore di persone giuridiche che perseguono finalità di ricerca.

Si segnala inoltre che nell’ambito delle misure di intervento previste dal programma FIxO “Scuola&Università” promosso da Italia Lavoro S.p.A. le aziende che assumono dottori di ricerca possono richiedere un contributo per la stipula di contratti a tempo determinato e indeterminato.

Inoltre è stato firmato dal Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, e dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, il decreto di attuazione del cosiddetto "Patent Box", che permette una tassazione agevolata sui redditi derivanti dalle opere di ingegno (marchi e brevetti). Per maggiori informazioni è disponibile il Comunicato Stampa MEF N° 158 del 29/07/2015