Stampa pagina
PHD IN BREVE
Il Dottorato di Ricerca è titolo di formazione più alto nel percorso di studi universitario ed è riconosciuto a livello internazionale.

Il corso di dottorato ha durata triennale e si pone come obiettivo quello di trasferire ai dottorandi  una cultura scientifica e tecnica avanzata, e strumenti metodologici per l’attività di ricerca nel settore prescelto. Al termine del percorso i dottori di ricerca avranno, dunque, acquisito le competenze e la formazione per svolgere attività di ricerca non solo nelle università ma anche e soprattutto nelle aziende che necessitano di figure professionali in grado di gestire l’innovazione e di porsi in relazione fra mondo accademico e sistema produttivo. Circa il 50% dei neo-dottori trova infatti occupazione in azienda e spesso anche all'estero, in special modo in Europa, Canada e Stati Uniti.

L’Ateneo ha scelto di investire in maniera forte sul percorso dottorale, che ritiene strategico, e, fra le azioni avviate per valorizzare il merito e il talento, sono stati aumentati l’importo e il numero delle borse di Dottorato. La borsa annuale è stata incrementata di circa 200 euro lordi al mese rispetto al minimo previsto per legge, e il numero delle borse di studio è cresciuto del 25%, garantendo un sostegno economico a 233 dottorandi su 290 posti totali, con borse di studio che provengono sia dall'Ateneo, attraverso fondi propri o ministeriali, sia da finanziatori esterni, pubblici e privati. Saranno inoltre attribuiti riconoscimenti economici, per un ammontare complessivo pari a 100.000 euro l’anno, in favore dei dottorandi che hanno raggiunto i migliori risultati durante il percorso di formazione.

L'impegno del Politecnico di Torino verso il Dottorato di Ricerca è riconosciuto internazionalmente e riscontrato anche nelle "classifiche della qualità" universitaria che "Il Sole 24 ORE" realizza ogni anno.